7 Consigli per Scrivere un Pubbliredazionale efficace


Come scrivere un pubbliredazionale efficaceDel Native Advertising si fa un gran parlare. È giusto? È sbagliato? Per alcuni è la morte dei buoni contenuti editoriali. Quelli che ci si aspetta da una grande testata giornalistica, che invece vende il proprio testo, i propri spazi, alla forza economica di inserzionisti – grandi anche loro – interessati a promuovere, con le parole, un prodotto o un servizio.

Giusto o no, ti capiterà, un giorno, che un qualche tuo cliente arriverà a commissionarti un pubbliredazionale. È così che si chiama, in italiano, il contenuto meglio conosciuto come advertorial. Carta straccia? No, più che altro un contenuto che, seppur con contorni giornalistici e (almeno in apparenza) autentici, deve saper vendere.

Come? Con l’aiuto di Demian Farnworth, da Copyblogger, analizziamo meglio 7 aspetti importanti per scrivere un pubbliredazionale che sia vincente. Almeno sulla carta.

Introducendo…

Che tipologia di contenuto potrebbe aiutarti a creare un advertorial gradevole, e che non sia quindi pesante o di scarsa utilità per l’utente

  • guide pratiche, liste, “how to…”
  • contenuti multimediali come video o immagini
  • notizie utili con collegamenti al prodotto

Qualunque siano il formato e il mezzo, il concetto è: raccontare una storia. Appassionare l’utente alla storia prima, al prodotto poi.

#1 Studia il terreno di gioco

Campo

Pubblicherai sul web? Su una rivista? Hai a disposizione 500 caratteri? O tre pagine di giornale? E soprattutto: a chi ti rivolgi? Studia il terreno, cerca di individuare da subito target e modo in cui questo stesso target fruirà del contenuto. È la prima cosa.

#2 Resta in linea con l’editore

Che vuol dire, in sostanza, cerca di scegliere e proporre titoli che siano vicini a quelli usati dalla piattaforma che ospita il pubbliredazionale.

Stai pubblicando su una rivista scandalistica, o sul Corriere della Sera?

#3 Segui la scia della popolarità

Filo

Quali articoli sono più apprezzati dal pubblico a cui è destinato il contenuto?

Le frasi che aprono il pubbliredazionale sono molto importanti. Valuta se introdurre un personaggio, se descrivere un ambiente, se fare leva su alcuni sensi (tatto, vista, udito, ecc) piuttosto che su altri. Decidi se aprire con periodi subito lunghi, magari anche complessi, o con frasi secche e decise.

Tu rifletti, il pubblico decide.

#4 Analizza la formattazione…

È sempre tutto correlato alla testata che ospiterà il pubbliredazionale.

Come formatta solitamente i pezzi? Colonne, grossi blocchi di testo e contenuti “ariosi”?

#5 …e il linguaggio

È chiaro come BuzzFeed basi le sue storie su una tipologia di linguaggio, semplice e alla portata di tutti, mentre le riviste scientifiche siano fondate su pezzi più complessi, su tecnicismi non proprio adatti al grande pubblico.

Potresti essere autore di un articolo per una o per l’altra tipologia di quotidiano, rivista o sito web. L’importante è accorgersene e regolarsi di conseguenza.

#6 Il pubblico, studia il pubblico

Pubblico

È la parte fondamentale, la più importante. Il pubblico. Chi sono i tuoi lettori? Da dove vengono? A quale ceto appartengono?

  • Chiedi un report dettagliato degli acquirenti soliti, degli abbonati
  • Dai un’occhiata alle loro e-mail inviate alla redazione, alle loro lettere, ai forum, ai commenti
  • Cerca, se puoi, di colloquiare con loro
  • Approfondisci il tutto in redazione, con chi vive quel pubblico ogni giorno

#7 Crea e struttura una storia

Abbiamo detto della necessità di creare una storia, perché il pubbliredazionale non sia solo pubblicità. Come si racconta una storia? Fior fior di narratori, molto meglio di me, vi direbbero in che modo. Però potete:

  • Introdurre un personaggio, raccontare la sua vita, la sua situazione e far sì che il lettore possa immedesimarsi
  • Illustrare il problema, il “nemico” della storia…
  • …e poi la soluzione: il vostro prodotto o servizio
  • Aggiungete una CTA (Call To Action)

Cercate di basare tutto su un’esperienza di vita reale, veritiera o comunque verosimile. Perché il lettore possa ritrovarsi nella storia, e non pensare che sia qualcosa di lontano dalla sua quotidianità.

L’obiettivo di un buon pubbliredazionale

Promuovere un prodotto, sfruttando un contenuto e senza fare pubblicità in modo esplicito

Qual è la tua opinione sui pubbliredazionali? Hai già sviluppato delle tecniche efficaci?

[immagine 1: carterlawaz.com]
[immagine 2: faidatemania.it]
[immagine 4: ehfcl.com]
Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su COPY Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave