“Mi scuso per l’assenza da questo blog”: Consigli per non far arrabbiare i vostri lettori


Cosa fare per non dare l’idea di aver abbandonato il vostro blog

Tumbleweed_rolling

I blog abbandonati sono in continuo aumento ma questo articolo è rivolto soltanto ai blogger che per motivi di lavoro devono allontanarsi momentaneamente dall’attività di blogging.

Quando ci si allontana da un blog, bisogna immedesimarsi nei panni dei lettori. Che cosa pensereste se improvvisamente il vostro blog preferito smettesse di pubblicare aggiornamenti? Probabilmente all’inizio pensereste che sia normale ma da il giorno seguente comincereste a formulare le vostre considerazioni: «Che cosa è successo?»

Questo timore è assolutamente normale e giustificabile soprattutto nei lettori che seguono i blog con pubblicazioni frequenti (almeno dal lunedì al venerdì).

Il problema per gli amministratori dei blog, non è il fatto di allontanarsi momentaneamente dalla scrittura, ma di non comunicare in anticipo i motivi di tale assenza. Se fossimo ancora a scuola parleremo di “assenza ingiustificata”. Senza validi motivi è facile pensare a dei blog abbandonati.

goofyquestionNon create false convinzioni nel lettore

Non dovete dare adito alla fantasia del lettore di formulare diagnosi errate: fallimento, scarsa voglia di comunicare, poco interesse nel fornire informazioni, nessuna strategia editoriale, zero obiettivi, ecc.

Attenzione, non vi sto dicendo che una volta entrati nel circolo vizioso del blogging non se ne esce più! Non siete costretti a rispettare le stesse tempistiche del passato. Sono assolutamente comprensibili dei periodi meno fertili nella pubblicazione. Ad esempio se siete in procinto di partecipare a un evento dal vivo, potreste momentaneamente allontanarvi dal blog per dedicare tempo ed energie all’organizzazione: fiera, meeting, workshop, presentazioni varie, ecc.

Quindi, state tranquilli che nessuno vi giudicherà come avviene con i blog abbandonati se seguirete questi semplici consigli:

  • Non appena siete consapevoli del vostro momentaneo allontanamento dal blog, comunicatelo immediatamente ai vostri lettori con un breve post.
  • Se conoscete i tempi, comunicateli con precisioni (es. dopo il 20 torneremo a scrivere sul blog).
  • Se non siete a conoscenza di quanto tempo sarete distanti dal blog, ipotizzatelo o eventualmente con un ennesimo post comunicate la proroga.
  • Spiegate per quale motivo nei prossimi giorni non potrete pubblicare nuovi post. Non fate i misteriosi. Ricordatevi che state dando una giustificazione a coloro che decreteranno non solo il vostro successo nella blogosfera ma anche per il vostro eventuale business.
  • Se non avete tempo per pubblicare post medio-lunghi, approfittate di Facebook, Twitter, GooglePlus. Pubblicare un aggiornamento non richiede tempo (suvvia!) Se trovate cinque minuti per pubblicare un messaggino su WhatsApp non vedo perché non possiate fare lo stesso sulle vostre pagine e profili sociali.
  • Per mantenere “caldo” il pubblico, promettete nuovo materiale al vostro ritorno. Ad esempio se parteciperete a un evento dal vivo, inaugurate il vostro ritorno alla pubblicazione odierna con delle foto e dei video. Questo, quanto meno per dimostrare che non siete stati con le mani in mano.
  • Approfittatene per ri-condividere vecchi post sui social network con un’inedita introduzione in grado di marcare l’effetto “sempreverde” del contenuto. E’ una soluzione molto utile soprattutto per i nuovi lettori che cominciano a conoscervi.

Vi è mai capitato di dover fronteggiare una situazione simile?

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su COPY Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave