20 consigli testati personalmente per migliorare la scrittura dei vostri testi


Tra e-mail, status, tweets e post sul blog, stiamo scrivendo più che mai. Buona scrittura significa più traffico dai motori di ricerca, più quote sociali e - in ultima analisi - più clienti. Diversamente la cattiva scrittura ci rende anonimi.

Di seguito 20 cose che potete fare per migliorare la scrittura dei vostri testi.

1. Imparare dai grandi scrittori

Non aspettatevi di essere un grande scrittore se non avete familiarità con la grande scrittura. Rendete la lettura parte del vostro programma quotidiano. Fate in modo che l’abilità dei grandi autori penetri il subconscio e inizi a mostrarsi nella vostra scrittura.

2. Ascoltare “Music Writing”

Non tutta la musica è uguale. Alcuni musicisti ci fanno ballare, piangere, sognare e amare. I cantautori di successo in particolare sono abili scrittori. Ascoltate le loro parole e non solo le note musicali.

3. Conoscere il pubblico

Abbiamo speso troppo tempo a pensare alla scrittura come una raccolta di regole astratte dimenticandoci che le nostre parole vengono lette da persone reali. In definitiva, è la nostra scrittura a comunicare con forza a loro. Ecco perché è importante conoscere il più possibile le persone che leggono il nostro testo. Scoprite la loro età media, sesso e la posizione sociale. Informatevi sui loro stili di vita, aspirazioni e problemi. È possibile farlo mettendo un sondaggio sul sito/blog o semplicemente leggendo i commenti, tweets e status. Quanto più saprete sul vostro pubblico e meglio sarete in grado di aiutarli.

4. Fare ricerche

Più informazioni raccoglierete sul destinatario dei vostri messaggi e più informativo e prezioso sarà il vostro testo.

5. Scrivere con fiducia

Volete avere un impatto positivo verso le persone che vi leggono? Potete essere diretti, passionali e inflessibili. Siate come volete ma prendete una posizione. Non usate una voce passiva. Non iniziate frasi con «credo». I vostri lettori meritano un messaggio di fiducia. Se non credete pienamente in quello che state pensando, perché lo scrivete?

6. Di facile lettura

Enrique Jardiel Poncela diceva: «Quando qualcosa può essere letta senza sforzo, un grande sforzo è stato fatto per la sua scrittura». Sin dai tempi della scuola, la maggior parte di noi crede che la buona scrittura debba essere composta da grandi parole e frasi complesse. Scegliete sempre la chiarezza alla complessità.

7. Scrivere senza fermarsi

Praticate la scrittura senza sosta per un determinato periodo di tempo. Le dita devono muoversi incessantemente. Questo può sembrare ridicolo e ovviamente il risultato saranno molti errori grammaticali. Ma c’è qualcosa di potente nel flusso che la scrittura costante produce.

8. Non cedere alla perfezione

Se pensate che tutto quello che scrivete deve debba essere perfetto, allora dovrete lottare per ottenere sempre qualcosa di innaturale. Se Ernest Hemingway si considerava un apprendista scrittore, perché non potete fare altrettanto? La scrittura è impossibile da padroneggiare.

9. Prendere dei rischi

Parte del processo creativo richiede l’adozione di una mentalità dove tutto è possibile. I migliori scrittori esplorano queste possibilità anche quando le probabilità di riuscire sono scarse. Non saprete mai se un titolo sarà migliore se non sarete disposti a correre il rischio di testarli. La prossima volta che prendete in considerazione un’idea, esploratela anche se può sembrarvi rischiosa. Anche in assenza di risultati, imparerete qualcosa che vi sarà utile in futuro.

10. Capire che la scrittura online è diversa

Uno degli errori più comuni sulla scrittura online è l’uso di lunghi paragrafi. I lettori online sono  spaventati dai grandi blocchi di testo. Quando scrivete per il Web, non usate più di tre frasi in un paragrafo.

11. Utilizzare la vostra voce

Vi è mai capitato di leggere un articolo e avere l’impressione di entrare in connessione con l’autore? La “voce” è l’elemento con cui gli scrittori lasciano trasparire la propria personalità nei loro scritti. I lettori si rivolgeranno a voi come un vero essere umano.

12. Parlare prime di scrivere

Se avete difficoltà a mettere su carta i vostri pensieri, provate a registrare le vostre parole. E’ decisamente più semplice parlare che scrivere. In questo modo possiamo raggiungere il cuore delle cose senza restare impantanati su un foglio bianco. Quando raggiungerete un buon punto, riproducete l’audio e trascrivetelo. Il risultato sarà grezzo ma anche un ottimo punto di partenza per il vostro articolo.

13. Paraocchi

Scrivere su un computer può essere una battaglia costante con la distrazione. Ma per lavorare in modo efficiente uno scrittore deve restare concentrato. È per questo che, mentre scrivo questo post, ho solo un programma in esecuzione (OpenOffice) mentre il resto è disattivato. Raccogliete tutte le informazioni necessarie prima di iniziare a scrivere e poi scollegatevi dalla Rete.

14. Fare di più

E’ decisamente più facile scrivere quando si ha qualcosa da dire. L’esperienza aiuta a scrivere meglio. Se avete problemi a realizzare nuovi articoli, forse non avete molto da dire su quell’argomento. Provate qualcosa di diverso. Imparate qualcosa di nuovo. Più è ampia l’esperienza e più facile sarà scrivere.

15. Scrivere a una persona

Quando si pensa alle migliaia di persone che leggeranno le nostre parole in tempi differenti, si tende a scrivere in maniera molto ampia. Ma quando si tenta di includere il maggior numero possibile di utenti si rischia di annoiarli tutti. Create un unico personaggio immaginario che rappresenti il vostro target di riferimento. Scrivete come se stesse parlando a quella persona. Vi accorgerete che la vostra scrittura diventerà sempre più specifica e intima. E sarete sorpresi come quante persone si sentiranno come se stesse scrivendo solo per loro.

16. Non dimenticare i motori di ricerca

Il pubblico non è solo la gente. Anche i spider dei motori di ricerca sono in grado di “leggere” gli articoli. Ma cosa piace leggere a Google? Un poco di ricerca per le parole chiave potrebbe essere una buona idea prima di iniziare a scrivere il vostro prossimo articolo. Certo, il pubblico umano è ovviamente più importante anche ai fini di una condivisione ma un po’ di attenzione ai motori di ricerca metterà in condizione i lettori di trovare quello che scrivete.

17. Non prenderla sul personale

La scrittura è una cosa personale. State rivelando i vostri pensieri a degli sconosciuti. Questa è una delle cause del blocco dello scrittore. Non lasciate che i vostri pensieri sulla scrittura imprigionino la creatività. La scrittura non è un riflesso del vostro valore come essere umano. Coltivate un senso di distacco dalla vostra scrittura. Quanto più vi sentirete separati dalle parole sulla pagina, tanto più liberamente sarete in grado di produrle.

18. Tagliare

Mi capita spesso di scrivere intere sezioni di un articolo che poi mi rendo conto non essere necessarie. E’ difficile eliminare qualcosa che abbiamo realizzato con fatica ma è quello che dobbiamo fare. Se impegniamo il pubblico senza offrirgli un reale beneficio, stiamo solo sprecando il loro tempo. Difficilmente torneranno a leggere i nostri articoli.

19. Leggere a voce alta

Raramente leggiamo oggettivamente le nostre parole. Ecco perché usare solo gli occhi prima di premere il pulsante “Pubblica” non è sufficiente. Per analizzare liberamente la vostra scrittura dovete iniziare a leggere ad alta voce. Se necessario, riscrivete il testo in modo che – rileggendolo ad alta voce – il suono appaia più naturale.

20. La scrittura è solo scrittura

Questo significa soltanto una cosa: mettersi al lavoro senza scuse. Qualche volta mi sono persino ingannato credendomi produttivo. Ma l’unico modo per progredire nella scrittura è fare scrittura, pagine su pagine, giorno dopo giorno.

Avete finito di leggere? Bene, ora mettetevi a scrivere.

Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su COPY Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave