Come e perché raccontare una (giusta) storia aiuta a trasformare i lettori del vostro blog in potenziali clienti


open book

Raccontare una storia per vendere

Tutti noi siamo dei cantastorie. Le storie da sempre sono un modo per sondare e raccontare le esperienze reali. I racconti emergono in tali situazioni quotidiane:

  • Quando dite a qualcuno cosa vi è successo l’ultima estate.
  • Nel momento in cui chiamate il vostro migliore amico per raccontargli di quella persona incontrata durante il vostro recente viaggio.
  • Durante quello che comunemente viene definito gossip.
  • Mentre narrate cosa vi è successo nel ristorante dove siete stati sabato scorso.
  • Quando parlate dei prodotti, servizi o marchi che vi piacciono attraverso la vostra esperienza.

Tutte queste storie intrattengono qualcun altro. E chiunque di voi, spesso dalla propria esperienza, sa che basta uno solo di questi racconti per far cambiare idea su qualcosa di specifico (la cosiddetta riprova sociale).

Per quanto riguarda i brand, avviene la stessa cosa. Gli acquirenti raccontano una storia su quello che hanno vissuto attraverso un prodotto o servizio. Queste storie dimostrano come il marchio può essere più o meno rilevante per una persona.

Il potere della narrazione per un business, come potete vedere, è la chiave. Alcune aziende lo sanno. Altre, invece, non si rendono conto dell’importanza di una storia come elemento attrattivo.

Qual è l’ingrediente perfetto per una buona narrazione?

La chiave è raccontare la storia che i lettori vogliono leggere. La stessa con cui volete essere identificati. Quindi non parliamo di un racconto qualsiasi. Dovete diventare gli eroi di quello che state raccontando. Le storie ben raccontate possono influenzare i lettori incoraggiandoli ad agire.

Una storia raccontata ai giusti destinatari, aiuta quest’ultimi a identificarsi con quanto leggono (o ascoltano). Nella vostra azienda, la narrazione vi consente di:

  • Costruire un legame emotivo e creare fiducia verso i vostri potenziali clienti.
  • Attrarre magneticamente altri lettori.
  • Connettersi con i vostri potenziali clienti e incoraggiarli a reagire.
  • Informare, convincere e vendere in modo efficace.

Lo storytelling è l’amico inseparabile del copywriting

StoriaLa narrazione è strettamente correlata al copywriting. Tuttavia, il modo di raccontare una storia, nel tempo, sta cambiando. Il formato non sempre è lo stesso. Oltre al racconto, si progettano esperienze che incoraggiano la partecipazione, stimolando la condivisione delle proprie esperienze con gli altri (social networking).

1 – Tutto inizia conoscendo il vostro pubblico

Scoprite di chi e che cosa avete bisogno. Come ogni storia, è necessario definire il bene e il male. Quest’ultimo è la parte da cui l’eroe della storia cerca di fuggire. Per questo, è necessario individuare i punti deboli del destinatario del racconto (il vostro potenziale cliente).

2 – Il panorama della storia

Qual è il risultato, la prestazione o la promessa che offrite? Una persona non compra un frullatore perché desidera avere un altro strumento in cucina. Lo fa perché vuole fare un succo con frutta e verdura. Ma perché un succo a base di frutta e verdura? Forse perché vuole rimanere in forma o semplicemente perché cerca di risparmiare denaro creando ricette salutari da fare in casa.

L’immagine – o la cornice della storia – deve connettersi con le persone. Deve essere ciò che il destinatario della vostra storia immagina o desidera.

3 – Una morale

È necessario definire la morale della storia. Quali sono gli eroi sui social network, forum o altri blog? Questi luoghi online sono una miniera d’oro. In essi troverete ciò che cercate per individuare il gancio principale della vostra storia.

4 – Aggiungere emozioni

Le storie più interessanti sono quelle in cui l’eroe affronta un problema molto impegnativo mostrando il modo in cui è uscito da una situazione difficile. Credete che qualcuno possa restare impressionato da una storia in cui l’autore afferma che tutto è stato fin troppo facile per lui?

Tutti noi abbiamo una serie di obiezioni alle storie che sentiamo:

  • “Funziona per gli altri ma non per me.”
  • “Per me è una missione impossibile.”

E’ più facile connettersi con una persona quando si parla di queste obiezioni, di come vengono superate queste vere sfide. Soltanto in questo modo aiuterete il lettore a identificarsi con la storia della vostra azienda.

6 modi per raccontare una storia

Non importa quello che state vendendo. Una storia può aiutare ad abbattere le barriere e garantire l’ascolto del vostro messaggio. Nell’imprenditoria, lo storytelling è una capacità essenziale. E’ l’elemento che può fare la differenza tra una performance aziendale mediocre ed una eccezionale.

Che siate un piccolo imprenditore o il proprietario di un un grande impero, le storie sono ciò che vendono.

Il potere della narrazione è radicata in noi. Fin dall’infanzia le storie creano un’esperienza sensoriale da cui scaturisce una risposta emotiva sovrascrivendo la logica del nostro cervello.

Raccontare storie efficaci

Spesso le aziende scelgono il tipo sbagliato di storia. Quelle troppo lunghe e complesse non riescono a connettersi con il pubblico.

Ecco sei modi per assicurarsi dei racconti efficaci:

  1. Usate parole concrete per innescare emozioni. Invece di dire che la cucina aveva un odore delizioso, raccontate del fresco profumo dei biscotti al cioccolato che proveniva dalla cucina della nonna. In questo modo creerete una risposta sensoriale che attiva più elementi del cervello. Più parti di quest’ultimo riuscirete a impegnare, più memorabile sarà la vostra storia.
  2. Evitate la tentazione di usare storie epiche. Aggiungete meno fatti per non perdere il vostro lettore.
  3. Avere un messaggio chiaro. Non esponete una storia per il solo fatto di raccontarla. Fatelo dandogli un senso, legando il prodotto/servizio con il messaggio centrale.
  4. Terminate con una nota positiva. Tutte le storie popolari hanno un filo comune: il lieto fine. I nostri cervelli sono addestrati ad aspettarsi un finale rassicurante. Assicuratevi pertanto, attraverso la narrazione, di lasciare il pubblico con delle emozioni positive.
  5. Sviluppare il proprio stile. Utilizzate storie coerenti con la vostra personalità. Pensate a cosa può rendere le vostre storie uniche sviluppando uno stile originale.
  6. Sapere cosa voler suscitare nel pubblico. Le storie devono nascere sempre con un piano ben preciso. Non vanno semplicemente “date in pasto”. Studiate il vostro pubblico. Quali emozioni volete suscitare? La vostra storia deve stimolare una specifica risposta emotiva, la stessa desiderata dal pubblico. Le vostre narrazioni devono indissolubilmente legarsi a quel risultato.

Le storie possono essere utilizzate in tutti gli aspetti del marketing indipendentemente dallo strumento in uso: testo, video, immagini, ecc.

Date uno sguardo alle storie raccontate dai grandi brand. Prendetevi il tempo per capire come vengono utilizzate per guidare i messaggi verso uno specifico pubblico. Analizzatene ogni singolo aspetto. Dietro i grandi successi, sempre, si cela una grande lezione.

Scritto il


Sei membro del forum? Vuoi scrivere anche tu su COPY Blog gt
Chiedilo a @giorgiotave